CABALINGUISTICA


Vai ai contenuti

Manifesto

Manifesto della Cabalinguistica
___________________________



Tutto quello che e' contenuto in una frase, senza che lo si voglia in sede di ricostruzione della frase stessa, puo' essere stravolto se si procede in chiave anagrammatica. La rivoluzione che si ottiene da questo processo reiterato da' luogo, dopo aver trasposto sotto forma di arte visiva le frasi ottenute, a quell'affascinante mondo che ha componenti cabalistiche in quanto si puo' assumere non infrequentemente la nascita di nuovi concetti straordinariamente apparentati, similari o anche soltanto d'effetto, con la semplice operazione di rimescolamento delle singole lettere .

Superfluo dire che in questo muoversi nel possibile, nello statisticamente possibile al di la' della volonta' costruttiva, possono comparire frasi comunque pertinenti (se non altro da un punto di vista del significato, della logica) che potrebbero suscitare (in una chiave di non conoscenza del sistema costruttivo) scalpore, sdegno, quant'altro. La chiave interpretativa deve essere pertanto quella del puro e semplice piacere della creazione. Meglio, infine, se questa creazione avrÓ marcata similitudine con il concetto dal quale si e' partiti.

Marco Roascio, MARZO 2008

Home Page | Manifesto | Opere | Zapp_Anagrams | Boetti | Auguri2014 | Fantacronaca del 2014 | Momenti evolutivi | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu